SAI Ambrosini SS4 - Res Aeronautica

Vai ai contenuti

Menu principale:

SAI Ambrosini SS4

Il SAI Ambrosini SS4 fu uno dei primi aerei da caccia monoplani progettati e costruiti con configurazione canard, rappresentando uno dei più innovativi mezzi aeronautici dell'epoca (1939).
Progettato dalla mente di Sergio Stefanutti e rappresentate di una famiglia di aerei canard ideati dallo stesso autore nella seconda metà degli anni Trenta, l'SS4 era un elegante monoplano con motore in coda azionante un'elica spingente.
Era un apparecchio di costruzione interamente metallica; il motore era costituto da un Isotta Fraschini Asso XI RC40 di 12 cilindri ed in grado di erogare 960 cv.
L'armamento era formato da un cannone da 30 millimetri nel muso affiancato da altri due cannoncini da 20 millimetri.
Sfortunatamente, la vita dell'aeroplano ebbe breve durata: dopoo un primo volo svolto nel marzo del 1939, infatti, già al secondo tentativo un problema strutturale bloccò il timone ed il velivolo si andò a schiantare a terra dopo un tuffo in verticale.
Al momento dell'entrata in guerra dell'Italia, era in fase di costruzione un secondo prototipo, tuttavia a causa delle necessità belliche si bloccò ogni ulteriore sviluppo e prova, in quanto la SAI Ambrosini decise di concentrare tutte le sue energie nella produzione e messa a punto di mezzi già in linea di produzione.
Non si proseguì pertanto ad ulteriori studi sul mezzo ed il relativo progetto venne abbandonato completamente.
Dati TecniciSAI Ambrosini SS4:
Propulsore:1 Isotta Fraschini Ass XI RC40.
Potenza:960 hp.
Tipologia:In Linea.
Velocità Massima:540 km/h.
Tangenza Operativa:9.200 m.
Autonomia:980 km.
Armamento:1 cannoncino da 30 mm.
2 cannoncini da 20 mm.
Carico Utile:N/A kg.


Nessun commento
Torna ai contenuti | Torna al menu