Renard R-37 - Res Aeronautica

Vai ai contenuti

Menu principale:

Renard R-37

Il Renard R-37 nasceva dalle ceneri del precedente R-36 e di fatto si trattava dello stesso apparecchio rimotorizzato con un radiale Gnome-Rhone 14N al posto dell'Hispano-Suiza 12Ycrs con cilindri in linea.
L'apparecchio fu progettato in tempi piuttosto brevi alla fine degli anni Trenta e nel luglio 1939 il primo prototipo veniva presentato al salone dell'aeronautica di Bruxelles.
L'apparecchio si differenziava notevolmente dal precedente R-36, soprattutto nella sezione anteriore della fusoliera: per ospitare il nuovo motore radiale, infatti, fu predisposta un'ampia cofanatura, che avvolgeva e richiudeva completamente il propulsore.
Mentre il velivolo veniva costruito, alla Renard ne progettarono una versione biposto da attacco al suolo e siluramento in risposta ad un interesse manifestato dalle autorità francesi, ma tale ipotesi rimase solo sulla carta.
Nonostante gli sviluppi e le pressioni provocate dal repentino evolversi della situazione politica e militare internazionale, il Renard R-37 non riuscì a volare prima dell'invasione tedesca: trovato intatto dalle truppe germaniche, l'aeroplano fu ultimato da un pilota della Luftwaffe, che lo presentò ai propri superiori.
Dopo la presa in consegna del mezzo, l'R-37 fu portato in volo per la prima volta da collaudatori tedeschi, ma senza alcun esito: terminato un breve ciclo di test, infatti,  il mezzo svanì nel nulla e non se ne seppe più nulla.
Dati TecniciRenard R-37:
Propulsore:1 Gnome-Rhone 14N.
Potenza:1.040 hp.
Tipologia:Radiale.
Velocità Massima:510 km/h.
Tangenza Operativa:12.900 m.
Autonomia:995 km.
Armamento:4 mitragliatrici da 7,7 mm.
Carico Utile:N/A kg.


Nessun commento
Torna ai contenuti | Torna al menu